Sezione 2 - L'accessibilità nella pratica


Come essere più accessibili sui social media

Scroll down icon

Scorri verso il basso

Un'indagine tra gli utenti di Facebook in 50 paesi ha rilevato che più del 30% delle persone ha affermato di avere difficoltà a vedere, ascoltare, parlare, organizzare i pensieri, camminare oppure ad afferrare con le mani. E se pensiamo che circa il 78% dei consumatori sostiene che i post dei social media influiscano sulle loro decisioni di acquisto, è nel tuo migliore interesse come azienda arrivare a un pubblico più vasto possibile, che comprende anche le persone con disabilità. Dato che non sei il proprietario di queste piattaforme, la tua azienda si limita a conoscere il modo in cui si può accedere alla piattaforma stessa. Tuttavia ci sono diversi modi per creare contenuto accessibile che raggiunga un pubblico più vasto.

0%

Circa il 78% dei consumatori sostiene che i post dei social media influiscono sulle loro decisioni di acquisto

Come essere più accessibili su Twitter

Negli ultimi anni, Twitter ha notevolmente aumentato le opzioni di accessibilità per gli utenti su tutte le piattaforme, in particolare per quanto riguarda le immagini. Questo è molto importante per le aziende, dato che la ricerca evidenzia come i tweet con immagini ricevono il 150% in più di retweet rispetto ai tweet senza immagini.

Immagini

Il Centro Assistenza Twitter fornisce indicazioni dettagliate per aggiungere le descrizioni alle immagini che posti, il che rende l'immagine accessibile agli utenti ipovedenti e a quelli che utilizzano tecnologia assistiva. Il centro assistenza fornisce inoltre istruzioni per usare Twitter con tecnologie assistive come VoiceOver per Mac, JAWS per Windows e NVDA per Windows.

Video

Nel marzo del 2019, Twitter ha annunciato che gli utenti possono ora aggiungere sottotitoli ai video dall'interno di Twitter stesso, il che rappresenta un enorme passo avanti per gli utenti con disabilità uditive e anche per la maggior parte degli utenti che guarda i video dei social media senza audio.

Come essere più accessibili su Facebook

Come social network più popolare al mondo, Facebook ha un'enorme responsabilità nel fornire un ambiente accessibile ai suoi miliardi di utenti. Il Centro Assistenza Facebook contiene informazioni approfondite per i suoi utenti, tra cui istruzioni dettagliate per usare i tasti di scelta rapida, i lettori di schermo, le didascalie per i video e molto altro. L'assistente di navigazione integrato di Facebook è una delle maggiori risorse di accessibilità della rete. Questo strumento è stato ideato per aiutare il lettore di schermo e altre tecnologie assistive a navigare meglio su Facebook.

Facebook consente agli utenti di fornire descrizioni per tutte le immagini e i video, rendendo più facile offrire didascalie di testo per i lettori di schermo e altre tecnologie assistive. I video hanno assunto un ruolo sempre più rilevante su Facebook, abilitare le didascalie è un aspetto fondamentale. Facebook semplifica l'aggiunta di didascalie ai video tramite il SubRip (.srt) file format.

È inoltre utile sapere che anche se non fornisci un testo alt a un'immagine, Facebook lo può gestire per te. Nel 2016 l'azienda ha introdotto un algoritmo che riconosce gli oggetti e i concetti comuni nelle foto e genera tag che rendono le immagini più accessibili per gli utenti ipovedenti. Se vuoi essere sicuro che le tue immagini vengano identificate in modo adeguato, è ovviamente meglio che sia tu stesso ad aggiungere le descrizioni, ma è comunque positivo vedere una piattaforma social assumere un atteggiamento proattivo rispetto all'accessibilità dei contenuti.

Come essere più accessibili su LinkedIn

Il sito Web e i contenuti di LinkedIn funzionano bene dal punto di vista dell'accessibilità e il suo team interno ha dimostrato impegno nella creazione di un ambiente più inclusivo. Al momento, il sito offre comunque poche informazioni agli utenti che desiderano aggiungere un testo descrittivo o altre considerazioni sull'accessibilità ai loro post. All'inizio del 2019 alcuni utenti hanno notato che era possibile aggiungere il testo alt alle immagini di LinkedIn, ma sembra che LinkedIn non abbia mai annunciato questa funzionalità, quindi non sono molti gli utenti che ne sono a conoscenza.

Per aggiungere un testo alt a un’immagine, clicca sull’icona della fotocamera nel riquadro "Avvia un post", seleziona la tua immagine, quindi scegli "Aggiungi testo alt".

Come essere più accessibili su Instagram

Generalmente, Instagram fornisce una buona esperienza agli utenti con disabilità. Dato che si tratta di una piattaforma social di condivisione delle immagini, quando le persone forniscono descrizioni dettagliate su quello che stanno postando, in un certo senso l'immagine ha un testo alt.

Instagram inoltre utilizza anche una tecnologia di riconoscimento degli oggetti che genera descrizioni delle immagini per i lettori di schermo. Come indicato sopra, però, è buona norma aggiungere testo alt personalizzato ai tuoi post di Instragram, piuttosto che fare affidamento sulle descrizioni generate automaticamente. Dopo aver modificato la tua immagine e aggiunto i filtri, clicca su Impostazioni avanzate, quindi seleziona Scrivi testo alt, quindi Salva.

Per i video di Instagram, lo spazio della didascalia può essere usato per fornire una trascrizione che comprende frasi, dialoghi e descrizioni dell'azione. Nel settembre del 2020 Instagram ha pubblicato le didascalie automatiche su IGTV e nel marzo 2021, sono iniziati i test delle didascalie automatiche per le Storie di Instagram, che sono passi nella giusta direzione.

Come essere più accessibili su YouTube, Vimeo, e TikTok

Che tu stia preparando un tutorial, provando un nuovo approccio di marketing o condividendo un discorso di apertura della tua ultima conferenza, i video rivestono un ruolo fondamentale nelle strategie social di molte aziende. Ci sono molti servizi video e canali social, ma YouTube e Vimeo sono probabilmente quelli più usati dalle aziende.

YouTube

Accertati che tutti i video abbiano le didascalie, una descrizione audio e una trascrizione completa (quando possibile, perché una trascrizione è utile sia per le persone con disabilità uditive che con disabilità visive). Mentre YouTube fornisce una funzione che sottotitola automaticamente i video di meno di 10 minuti, devi fare attenzione che la trascrizione sia precisa. Google fornisce istruzioni facili per aggiungere didascalie e sottotitoli a tutti i video.

Vimeo

Anche Vimeo fornisce opzioni integrate e istruzioni facili per aggiungere sottotitoli e didascalie ai video e inoltre consente agli utenti di acquistare servizi di sottotitolaggio e trascrizione da tre provider di fiducia: 3Play, Rev e Amara.

Le keyboard trap sono un altro aspetto da tenere a mente quando si posta su un canale social video. Una keyboard trap si verifica quando una persona che utilizza una tastiera per navigare non può spostarsi da un elemento o controllo interattivo usando solo la tastiera. Ad esempio, un utente può inserire un riproduttore video usando una tastiera ma non può tornare alla pagina iniziale.

TikTok

TikTok è forse una delle app video più popolari del 2020, ma attualmente non ha funzioni di accessibilità. Ecco cosa puoi fare per rendere più accessibile il tuo contenuto su TikTok.

Didascalie: usa lo strumento di testo interno di TikTok per aggiungere le didascalie. Se non stai usando uno strumento esterno per le didascalie, questo è un processo manuale con diverse fasi.

  • Inizia aprendo l'applicazione e facendo clic sul simbolo "+"
  • Registra un video, oppure scaricane uno da un file salvato – quindi spunta la casella nell'angolo in basso a destra
  • Fai clic sul tasto "Testo" in fondo allo schermo per aggiungere i sottotitoli
  • Visualizza l’anteprima, quindi fai clic su "Fatto" nell'angolo superiore destro dello schermo

Formato e design accessibili: per garantire alle persone ipovedenti e daltoniche di poter interagire con il tuo contenuto TikTok, devi usare testo ad alto contrasto. Un contrasto insufficiente rende il contenuto difficile da leggere per tutti, indipendentemente dalla disabilità. Quando inserisci il testo in un video, utilizza una combinazione di colori accessibile, come un effetto evidenziatore bianco con carattere nero. Migliora la leggibilità scegliendo uno stile di carattere sans serif.

Usa il meno possibile l'emoji marketing

Sicuramente gli emoticon sono dilaganti nella nostra comunicazione on-line, in particolare nei social media. Ma quando i brand più importanti iniziano a usare gli emoticon come unica forma di comunicazione, questo può diventare un importante ostacolo all'accessibilità.

Per le persone che utilizzano la tecnologia assistiva come i lettori di schermo o la funzione VoiceOver dell'iPhone, ad esempio, un emoticon viene letto come descrizione (faccina sorridente con occhi sorridenti), o peggio ancora, viene trattato come immagine senza testo alt. Non solo la comunicazione si confonde rapidamente tramite gli emoticon, ma comprendere descrizioni lunghe e complesse richiede anche più tempo. Questo non significa che gli emoticon debbano essere eliminati dal tuo marketing. Ma è meglio essere attenti al modo in cui li usiamo.

  • Utilizza Emojipedia per controllare il significato assegnato a ciascun emoticon
  • Usa gli emoticon in modo selettivo in tutto il tuo testo
  • Evita di mettere più emoticon in una riga
  • Evita di mettere i tuoi CTA dopo un emoticon
  • Evita gli emoticon creati dal testo